Registrati

Andrea Lai

Andrea Lai

Digli quello che stai per dire, diglielo e ripetigli quello che gli hai detto (in musica)

Orario: 10:30-11:00

L’efficacia della comunicazione fra il DJ e il dancefloor può rendere una serata in discoteca memorabile. La serata in cui rimorchi, in cui concepisci un figlio nel bagno del locale, quella in cui tutto il mondo è li e in quel momento, ha bisogno di intesa fra DJ e pubblico, che, come due antenne ricetrasmittenti trasmettono e ricevono informazioni ed emozioni.

Affinché la trasmissione e la siano efficaci e diventino uno scambio intenso neurale ed emotivo intenso, i due attori devono sintonizzarsi; avvicinarsi, presentarsi, fidarsi uno dell’altro. Come in un corteggiamento, il DJ persuade il dancefloor, introducendo con attenzione argomenti nuovi nel dialogo, per farsi seguire fino al climax della serata.

Nella borsa dei dischi del DJ c’è il futuro della serata e rimanendo fedele al suo stile, il DJ usa i dischi per accennare un racconto per poi raccontarlo e continuare a raccontarlo variandolo. In questo modo seduce, abbraccia, carezza, accelera, rallenta, sussurra, ride, costruendo un dialogo in tempo reale, irripetibile perché avviene solo in quel momento.

Con i sensi schierati sul confine avanzato del presente (dove l’adesso sta sempre per arrivare) sceglie i dischi come parole, esatte e determinanti, per costruire un dialogo prezioso e intimo fra persone che non si conoscono, ma che condividono la stessa esperienza nello stesso momento. Basta un passo falso, una parola sbagliata, per far crollare il flirt, interrompere la comunicazione, l’illusione che tiene il DJ e il dancefloor connessi.

 

BIO:

Non si sa come sia stato possibile, ma da venticinque anni Andrea Lai si guadagna da vivere con la musica. Ha avuto molti ruoli in questi venticinque anni, diciamo che è in grado di produrre un album in studio, mixarlo, avviare un’etichetta discografica indipendente, trovare una distribuzione major, pianificare l’uscita dell’album, trovare dei brand interessati a finanziare delle azioni di promozione, pianificare la strategia di comunicazione e la comunicazione digitale, lavorare sul marketing dei contenuti per la promozione sui social media, organizzare un tour, gestendo tutta la parte contrattualistica e di pre produzione e produzione, essere il fonico durante il concerto, organizzare shooting di foto e video e, all’occorrenza, può mettere i dischi all’afterparty di fine tour. Detto in modo più serio, oltre ad aver fatto musica e averla suonata (un numero 2 in classifica di Beatport), ha lavorato nella comunicazione e marketing (Marketing e Communication Manager per Sony Music e EMI Music), ha scritto per Musica di Repubblica, Alias (Il Manifesto), L’Espresso, Rockstar, Rockerilla e condotto programmi radio su Radio Città Futura e Radio Rai 2, ha lavorato nella redazione della South Europe Production di MTV a Londra, suonato al Fabric di Londra come guest DJ e fatto tantissime altre esperienze, che gli hanno dato una visione completa di tutti gli aspetti e le fasi del lavoro intorno alla musica. Ora è Responsabile della Comunicazione di Viteculture, società che gestisce il festival estivo di Villa Ada e il Quirinetta, oltre ad occuparsi di consulenze artistiche per brand.